Portale della Città di Acerra

Grande successo per i laboratori artistici curati dall'Archeoclub


Si sono conclusi, nei giorni scorsi, i laboratori di archeologia sperimentale, ceramica e modellazione plastica svoltisi presso la sede dell'Archeoclub, all'interno del Castello Baronale in Acerra.

L'iniziativa, patrocinata dal Comune e rivolta a 45 allievi delle scuole medie cittadine, ha riscosso grande successo.

Per quanto riguarda il laboratorio di archeologia sperimentale l'obiettivo è stato quello di avvicinare i ragazzi in maniera “pratica” e divertente ai beni archeologici come testimonianza di civiltà e di sviluppare la loro capacità di lettura dei reperti materiali come informazione storica, fornendo loro anche la possibilità di realizzare alcuni utensili secondo le tecniche e tipologie dell’antichità. I ragazzi sono stati condotti ad un primo approccio con l'archeologia prendendo in considerazione anche gli aspetti più pratici come le fasi iniziali di una ricerca (la ricognizione di superficie, la foto-interpretazione, ecc.), lo sterro e lo scavo, le fasi finali con la classificazione ed interpretazione dei dati, la narrazione storica, la musealizzazione, la tutela e la divulgazione.

Il laboratorio di ceramica, invece, ha fornito nozioni di carattere tecnico-pratico di base sulla lavorazione e sulla decorazione dell’argilla, nonché indicazioni generali sulle proprietà fisiche e meccaniche dell’impasto con cui vengono realizzati gli oggetti. Gli allievi sono stati stimolati a realizzare oggetti in maniera libera o mediante utilizzo di stampi, attraverso varie tecniche. Le lezioni sono state arricchite da indicazioni teoriche sulla storia della ceramica con particolare riferimento alla fase preistorica, a quella greco-romana e alla produzione vascolare suessolana. L’approfondimento dei manufatti della “collezione Spinelli” è stato il punto di partenza per decorare i vasi realizzati, ispirandosi ai motivi decorativi presenti nella produzione vascolare suessolana. Mediante l’utilizzo di stampi in gesso gli allievi hanno realizzato lucerne d’argilla ad imitazione di quelle antiche.

Infine, il laboratorio di modellazione della plastica ha fatto conoscere agli allievi le antiche tecniche costruttive prendendo come esempi i monumenti dell'antica Pompei. Un viaggio nel tempo attraverso immagini, video, testimonianze archeologiche, elaborati e giochi interattivi al pc per immaginare e comprendere ciò che era una volta una città del periodo romano.