Cosa intendiamo per “Alta Capacità“?

Si intende per Alta Capacità (AC) una linea ferroviaria dotata di particolari meccanismi di controllo del traffico tali da permettere una superiore frequenza di passaggi rispetto a una convenzionale linea gestita con le “sezioni di blocco“, cioè “per segmenti”.

Tali tecnologie di controllo possono essere applicate sia a linee tradizionali che a linee ad Alta Velocità allo scopo di migliorare la gestione della linea (sicurezza, puntualità, adattabilità a eventi fuori norma come i ritardi) in presenza contemporanea di convogli con velocità differenti, come treni passeggeri e merci, oppure convogli locali più lenti insieme a treni veloci a lunga percorrenza.

Per questa possibilità di doppia applicazione, la definizione Alta Capacità è spesso confusa con l’Alta Velocità (AV). In Italia questo accade anche per via del fatto che le linee in esercizio e quelle in fase di realizzazione da parte di RFI S.p.A., nell’ambito dei progetti europei per lo sviluppo degli “Assi ferroviari internazionali”, sono definite AV-AC.

La differenza sostanziale è costituita dal fatto che una linea ad Alta Capacità permette di far passare molti treni mentre una ad Alta Velocità consente di farli passare veloci. Nel primo caso si adottano tecnologie avanzate di gestione del traffico (anche a velocità ordinarie), nella seconda invece deve anche essere realizzato ex novo un tracciato il più possibile pianeggiante e rettilineo.

Da Wikipedia Italia